News

Notizie e curiosità dal mondo delle auto e moto storiche

22 Cronoscalata del Pollino Morano Calabro (CS)

…….Ancora Cronoscalata del Pollino
Tra le Cronoscalate della Calabria, il “POLLINO” resta una delle più vecchie e blasonate: infatti se non ci fosse stata l’interruzione subita negli anni passati, oggi sarebbe la 28° edizione.
Nonostante tutto mantiene il suo fascino di sempre e rimane la gara in salita più attesa della Calabria e del Centro Sud Italia vista anche la forte partecipazione da parte dei piloti delle regioni limitrofe che la scelgono quale gara di riferimento.
Gli organizzatori stanno lavorando duramente per avere ai nastri di partenza i migliori Piloti della specialità, ed i Team più rappresentativi del settore con oltre 15.000 persone sul percorso di gara che, non curanti delle temperature non proprio estive, non hanno voluto mancare alla gara.
Dopo anni di silenzio, il 12 Novembre 2006 si sono riaccesi i motori ed i bolidi rombanti hanno ripreso a mordere l’asfalto della famosa “Dirupata” sul tratto che dalla località Terra Rossa di Morano Calabro conduce alla Galleria Le Teste di Campotenese, su un percorso di circa 7 Km da percorrere in due manches di prova e di gara.
È doveroso a questo punto ringraziare le istituzioni, ad iniziare dall’attuale Amministrazione Comunale di Morano Calabro, che pur cogliendo l’importanza della Manifestazione ha fatto di tutto per permetterne lo svolgimento; un grazie caloroso va all’Amministrazione Provinciale di Cosenza, che ha accolto la richiesta di messa in sicurezza del tracciato e di questo ne sono grati gli organizzatori e soprattutto i piloti.
Infine un grazie, a tutti gli sponsor che hanno collaborato con l’organizzazione per la migliore riuscita della gara, organizzata con caparbietà e competenza dall’A.S.A. di Castrovillari che ha dimostrato ancora una volta di saper superare difficoltà tecniche e sportive ed organizzare una gara quasi perfetta.

PROGRAMMA

VERIFICHE
Venerdì 9 Ottobre 2009 – dalle ore 14.30 alle 20.00 – San Bernardino – Morano Calabro (CS)

PROVE UFFICIALI
Sabato 10 Ottobre 2009 – dalle ore 10.00 – Località Terra Rossa – Morano Calabro (CS)

GARA
Domenica 11 Ottobre 2009
(ingresso consentito sul percorso fino alle ore 08.00)
Ore 10.00 Partenza prima manche – Località Terra Rossa – Morano Calabro (CS)
Ore 13.00 Partenza seconda manche – Località Terra Rossa – Morano Calabro (CS)

PREMIAZIONE
Domenica 11 Ottobre 2009 – ore 17.00 – Morano Calabro (CS)

1 Raduno "I motori incontrano l'arte"

Il Club di autoveicoli storici “ASTEGO MOTORI D’EPOCA” in collaborazione con  vari club di auto storiche di caratura nazionale e con il patrocinio di vari Enti Comunali , è lieto di informare che in data sabato 10 e domenica 11 ottobre 2009 organizza la prima manifestazione intitolata: "I Motori Incontrano L’arte".
 
La manifestazione si svolgerà sulle strade dell’Alto Vicentino , con media entro i 50 Km orari , di particolare bellezze paesaggistiche scoprendo borghi rurali e degustando le prelibatezze locali ,inoltre visiteremo   splendide ville palladiane   ,per abbinare le bellezze dei motori  con la maestosità architettonica e culturale del territorio.

Per info 0445/334702

[Video] Lungomare delle Stelle 2009 - Jesolo

Scuderia Don Chisciotte Raduno Historic colline livornesi

Sul minibollo delle "Storiche" interviene l'antitrust

Minibollo, si muove l’Antitrust. A sollecitare l’intervento dell’Autorità del Garante della Concorrenza è stata la Federconsumatori che, tra l’altro, offre il patrocinio legale gratuito a chi, vedendosi sanzionato per non essersi associato all’ASI al fine di ottenere agevolazioni fiscali per i veicoli ventennali, ha avanzato ricorso presso le commissioni tributarie.
L’Antitrust ha sentenziato che: “..…il consolidato orientamento degli Organi Tributari competenti in materia appare uniforme nell’evidenziare che per usufruire del regime fiscale agevolato non è obbligatoria l’iscrizione al registro predisposto dall’ASI, tenuto conto che la normativa di cui all’art. 63 (legge 342/2000) non delinea alcuna procedura di tipo autorizzativo o certificativo da parte di tale associazione privata”. (Procedura prot. 0021154 del 13/03/2009).
Si noti che proprio i due rilievi mossi dall’Autorità – “non è necessaria alcuna iscrizione al registro e non è necessaria alcuna procedura di tipo autorizzativo o certificativo” – costituiscono la base delle nuove proposte di legge (a partire da quella del senatore Berselli) attualmente in discussione al Senato. Risultato: si passerà da un monopolio, quello dell’ASI, a un oligopolio: quello delle associazioni autorizzate a rilasciare le omologazioni e le iscrizioni ai registri per far valere la storicità del proprio veicolo.
Ma all’estero come viene regolata la stessa materia? Abbiamo rivolto la domanda a Francesco Guasti, ex presidente della FIVA, che così ci ha risposto: “ In altri paesi la storicità di un veicolo è identificata nella vetustà. In  questo modo, considerando che tali veicoli non potrebbero essere utilizzati come mezzi abituali di locomozione, si garantisce di avere ragionevoli aspettative in tema di benefici fiscali, deroghe ai divieti di circolazione nei centri urbani e norme che regolano la rottamazione dei veicoli inquinanti, come già accadde in sede europea durante mia presidenza per i veicoli in fin di vita”. (Gennaro Forgione)

Tratto da RUOTE CLASSICHE, Maggio 2009, pag. 20